L’enigma dei Teschi di cristallo

Nel 2012 scrissi un libro, 'OOPART - Gli oggetti impossibili del nostro passato' (Cerchio della Luna Editore), in cui analizzavo criticamente gli Out of Place Artifacts, un termine inglese da tradurre in ‘manufatti fuori posto’. Il modo di dire fu introdotto, per la prima volta, dallo scrittore e naturalista Ivan Terence Sanderson, vissuto nel secolo … Continua a leggere L’enigma dei Teschi di cristallo

Le vie del Serpente Piumato

L'articolo che vi propongo oggi è stato pubblicato sulla rivista Fenix (nr. 77 - marzo 2015) diretta da Adriano Forgione. Si tratta di un condensato di quanto scrissi nel 2012 nel libro 'Il ritorno del Serpente Piumato, edito da Cerchio della Luna Editore. L'argomento mi è particolarmente caro, tanto che ne ho scritto anche in … Continua a leggere Le vie del Serpente Piumato

La ‘maledizione’ di Tlaloc

In questo articolo racconto del concitato arrivo del dio Tlaloc a Città del Messico, in una piovosa giornata dell'aprile 1964. Il monolite, che alcuni archeologi identificano però nella sposa della divinità, Chalchiuitlicue, fu rinvenuto a San Miguel Coatlinchan, un piccolo villaggio vicino Texcoco. Fu trasportato fino al Museo della capitale con un eccezionale dispiegamento di … Continua a leggere La ‘maledizione’ di Tlaloc

Il cibo degli dei

In questo studio, pubblicato anche sulle pagine della rivista Fenix (nr. 79 - maggio 2015) diretta da Adriano Forgione, scrivevo delle "droghe sciamaniche, sostanze psicotrope naturali, che sono da sempre e presso ogni cultura del mondo uno strumento di conoscenza. Studiate oggi dalla scienza, si rilevano utili anche per le proprietà curative". Fin dall’antichità le … Continua a leggere Il cibo degli dei

Il giaguaro che tornò rospo

Il Bufo marinus, comunemente detto “rospo delle canne, è nativo dell’America ed è diffuso in un’area abbastanza vasta che va dal Texas al Perù. Dalla pelle spessa come il cuoio, potrebbe confondersi con tanti altri più comuni, ma c’è una caratteristica che lo distingue: le sue ghiandole parotoidi, molto sviluppate e ben visibili sulle spalle, … Continua a leggere Il giaguaro che tornò rospo

Strade per Aztlan

Nell’articolo 'Aztlan, la terra sommersa degli Aztechi', pubblicato sul nr. 18 (febbraio 2019) della rivista mensile Hera edita da XPublishing, il direttore Enrico Baccarini ha fornito un accurato resoconto sulle ipotesi finora formulate attorno alla mitica terra di provenienza del popolo che, dopo lungo peregrinare, arrivò in quella che chiamarono Tenochtitlan nella Mesoamerica. Poiché in … Continua a leggere Strade per Aztlan

Il transito di Venere e la fine di un ciclo

La notizia, diffusa all’inizio di marzo 2012 a margine dei lavori della terza edizione di “Kon Tiki, Rassegna del Documentario di Archeologia e di Viaggi”, corse incontrollata sul web qualche mese dopo. In quell’occasione l’archeologa Maria Longhena, apprezzata saggista, avrebbe dichiarato che il passaggio di Venere tra la Terra e il Sole, avvenuto il 5 … Continua a leggere Il transito di Venere e la fine di un ciclo

Teotihuacan, polo industriale dell’antichità

Un fiume deviato Nella vallata di Teotihuacan, la nota località archeologica distante una sessantina di chilometri da Città del Messico, scorre il fiume San Juan, il cui corso è deviato artificialmente, con due angoli retti, esattamente nel punto in cui sorge il complesso cerimoniale. Appositi canali portano infatti le acque al quadrangolo di fronte a … Continua a leggere Teotihuacan, polo industriale dell’antichità

Nativi americani, da dove e quando?

Attraverso lo stretto Ancor oggi ci insegnano che gli antenati dei nativi americani sarebbero giunti dall’Asia via terra, attraverso lo stretto di Bering, sul finire dell’ultima era glaciale, quindi dal 12.000 a.C. in poi. Conforto a questa ipotesi verrebbe dal sito archeologico di Clovis (Nuovo Messico), indicato come luogo d’origine della cultura madre americana poiché … Continua a leggere Nativi americani, da dove e quando?

La via del Sole

In cima agli ziqqurat Dal VI millennio a.C. in Mesopotamia, in quella che è comunemente conosciuta come ‘terra fra due fiumi’, iniziarono a lasciare tracce importanti civiltà che ancor oggi vanno ricordate, fra l’altro, per le incredibili conoscenze astronomiche. Ne abbiamo notizia dalle migliaia di tavolette d’argilla della biblioteca di Assurbanipal, rinvenute negli scavi di … Continua a leggere La via del Sole

Gli “Epi-Olmechi”

Chi ricostruisce il nostro passato ha sempre vivido il problema di classificare e dare un nome a tutto, pur di integrare ogni elemento nel solito quadro cronologico accettato dalla comunità scientifica. Forse da questi presupposti sono nati anche gli Epi-Olmechi, cioè quelli che vennero dopo gli Olmechi, che non sono quindi propriamente Olmechi: insomma, per … Continua a leggere Gli “Epi-Olmechi”

La cultura madre della Mesoamerica

Fino alla seconda metà del XIX secolo la cultura degli Olmechi era sconosciuta. Nemmeno i conquistadores ne avevano mai accennato nei loro resoconti. Le prime teste colossali furono rinvenute nel 1862 a Hueyapan in Veracruz; La Venta, uno dei siti più importanti, fu scoperto sessant’anni dopo e immediatamente attribuito ai Maya, come pure tutta la … Continua a leggere La cultura madre della Mesoamerica

Un numero magico per Teotihuacan

La notizia è stata ripresa con dovizia di particolari da numerosi organi d’informazione tra il 26 e 27 ottobre 2011. L’archeologo giapponese Saburo Sugiyama, dell’Università Statale di Aichi, durante una tavola rotonda di cinque giorni (dal 23 al 28 ottobre 2011) organizzata dall’INAH, l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia di Città del Messico, ha spiegato … Continua a leggere Un numero magico per Teotihuacan

Cuicuilco, il luogo delle preghiere

A qualche chilometro da Città del Messico, nella valle di Anahuac, c’è quel che resta di Cuicuilco, un sito che solitamente non rientra negli itinerari turistici in quanto si propende per la vicina Teotihuacan. Al momento, stando alla cronologia ufficiale della Mesoamerica, qui c’è la costruzione più antica della valle del Messico, una piramide a … Continua a leggere Cuicuilco, il luogo delle preghiere

I ‘danzantes’ di Monte Alban

Gli Olmechi iniziarono a lasciar tracce sulla costa orientale del Messico nel II millennio a.C. e tra il 700 a.C. e il 400 a.C. è tracciabile il loro declino, che corrisponde all’ascesa degli Zapotechi a Monte Alban (VI secolo a.C.). In questo sito, che conserva deboli tracce di una presenza olmeca, sono stati rinvenuti bassorilievi … Continua a leggere I ‘danzantes’ di Monte Alban